Cos’è la Biorivitalizzazione?

La Medicina Estetica propone numerose tecniche per mantenere un aspetto giovane e fresco nel tempo, prima di dover ricorrere alla Chirurgia.

Nel ventaglio di proposte, ad oggi disponibili, gioca un ruolo da protagonista, il capitolo della Biorivitalizzazione (Anti Aging), grazie alla quale, con una invasività minima, è possibile rallentare e migliorare, i danni tissutali, causati dal Fotoaging, quindi dalla esposizione, più o meno prolungata negli anni, alla luce solare.

Infatti, è possibile infiltrare il Derma con prodotti idratanti e rigeneranti, compensando la perdita dell’Acido Ialuronico all’interno delle cellule cutanee.

Attualmente sono presenti sul mercato numerosi prodotti, di note case farmaceutiche, in cui molecole biostimolanti quali il Coenzima Q10, gli Amminoacidi e differenti Vitamine sono mescolate all’Acido Ialuronico di diverso peso molecolare, per ottenere un effetto rigenerante e donare nuova elasticità e lucentezza ad una pelle spenta ed anelastica.

Caratteristica della Tecnica di Biorivitalizzazione (Anti Aging) è di non apportare un miglioramento limitato alla singola ruga ma di dare nuova linfa, a tutta l’area interessata dall’infiltrazione.

Grazie alla Biorivitalizzazione, sarà possibile stimolare efficacemente, l’attività metabolica dei fibroblasti ed aumentare l’idratazione della zona cutanea trattata, donando tono e turgore alla Pelle.

Nel contempo, si andranno a combattere i Radicali Liberi formatisi con il trascorrere degli anni, la cui produzione è favorita dall’esposizione all’irradiazione solare.

Come viene eseguita la Biorivitalizzazione?

La tecnica viene praticata ambulatorialmente, consiste nell’infiltrazione sottocutanea, effettuata con aghi molto sottili, di sostanze che come detto più sopra, sono rappresentate da Acido Ialuronico ad alto peso molecolare non reticolato, Vitamina C, Polinucleotidi in grado di indurre i Fibroblasti a produrre Elastina e Collagene ottenendo in breve tempo:

  • Compattezza
  • Idratazione
  • Elasticità
  • Lucentezza

Previa l’applicazione di un anestetico locale in crema, si procede all’iniezione del prodotto, l’intero procedimento richiede un tempo limitato di circa
20-30 minuti.
Si possono praticare le microiniezioni in diverse sedi:

  • Collo
  • Viso
  • Decolletè
  • Dorso mani

Il rossore ed il gonfiore successivi alla Biorivitalizzazione sono da considerarsi del tutto transitori e scompaiono dopo poco tempo.

Per una efficace riuscita del procedimento di Biorivitalizzazione si consigliano cicli di singola seduta ambulatoriale con cadenza mensile, alternati alla somministrazione di prodotti biostimolanti sia ad uso topico che orale.

A chi è consigliata la Biorivitalizzazione?

Questo tipo di trattamento è sinergico all’uso dei filler cutanei e nel proseguo, ad eventuali interventi chirurgici quali il Lifting cervico facciale.
Per ogni paziente si procederà con un approccio personalizzato, in rapporto alle condizioni cutanee, all’età, al fototipo, allo stile di vita, ad eventuali patologie, esaminando con attenzione, il grado di stress ossidativo a cui ognuno di noi va incontro, in relazione a tutte le variabili elencate.

Per il suo ruolo preventivo, la Biorivitalizzazione è consigliata anche a soggetti ancora in giovane età, a partire dai 25 anni circa.

Prenota la tua visita

La prenotazione della tua visita per una Biorivitalizzazione è facile e veloce, utilizza il form di contatto qui in basso e sarai ricontattato in tempi brevissimi

Realizzazione siti Web e design with ❤ by Creative Storming