Cos’è l’Addominoplastica?

L’Addominoplastica è l’intervento con il quale si procede alla rimozione a tutto spessore, del tessuto adiposo e cutaneo in eccesso, situato nella parte bassa e centrale dell’addome.

Scopo di questa operazione chirurgica, è quello di restituire un aspetto gradevole, ad un addome rilassato e prominente.

Purtroppo questa alterazione anatomica, non può più essere corretta con la sola perdita di peso e l’esercizio fisico, allorché si sia instaurata una diastasi, con cedimento dei muscoli retti addominali, e conseguente indebolimento della parete dell’addome. Se il paziente presenta Smagliature è spesso possibile eliminarle, comprendendole nella porzione di cute in eccesso che viene asportata.

Come viene eseguita l’Addominoplastica?

L’incisione viene praticata appena al di sopra del pube e la sua estensione laterale, sarà proporzionale alla quantità di tessuto in esubero. Nel caso risulti sufficiente praticare una Miniaddominoplastica, l’esito cicatriziale sarà simile a quello di un taglio cesareo o poco più esteso e si potrà associare, se necessaria, una lipoaspirazione o liposuzione.

Oltre alla cicatrice trasversale lungo l’addome che si prolunga verso i fianchi del paziente (uomo o donna) può risultare necessaria un’altra incisione circolare, intorno al bottone ombelicale. Questo perchè l’ombelico, in seguito all’asportazione di una notevole quantità di tessuto, dovrà essere riposizionato più in alto, nell’addome.

In alcuni casi, si procede ad una plastica dei muscoli retti dell’addome, se diastasati, riavvicinandoli tra loro nella corretta sede anatomica. Quindi si riposiziona l’ombelico e si procede all’asportazione del tessuto in eccesso. La sutura viene effettuata con punti riassorbibili e colla cutanea, i drenaggi vengono rimossi in ambulatorio dopo pochi giorni.

A chi è rivolta l’Addominoplastica ?

  • pazienti in buone condizioni di salute con eccesso di cute  e/o accumulo di grasso addominale
  • donne, che in seguito a gravidanze, abbiano subito una eccessiva distensione, con dilatazione della cute e dei muscoli della parete addominale
  • pazienti più anziane con minore elasticità cutanea

Il candidato ideale per l’Addominoplastica, è un paziente in buone condizioni di salute con eccesso di cute  e/o accumulo di grasso addominale, non risolvibili, con il solo esercizio fisico o con un regime alimentare controllato.

L’intervento ha una indicazione particolare, per quelle donne, che dopo un dimagrimento importante associato a gravidanze, abbiano subito una eccessiva distensione, con dilatazione della cute e dei muscoli della parete addominale.

Al fine di ottenere il miglior risultato sarà importante chiedere alla paziente, se al momento della visita, desideri avere ulteriori gravidanze in futuro e se quello attuale sia il suo peso forma. In questo modo sarà possibile pianificare il periodo ideale, per sottoporla all’operazione di Addominoplastica.

Inoltre questo intervento può risultare molto indicato, per le pazienti più anziane con minore elasticità cutanea che non possono ottenere con  la sola Liposuzione, i risultati delle pazienti più giovani, dotate di cute più elastica.

Video

Convalescenza, Postoperatorio e Complicanze?

  • Ricovero: una notte di degenza
  • Riposo: dormire per la prima settimana, con il busto leggermente rialzato nel letto
  • Deambulazione: viene effettuata al più presto per una rapida convalescenza e per evitare problemi vascolari, sempre piegati in avanti, nei primi giorni, per evitare una eccessiva sensazione di tensione addominale.
  • Cicatrici: seppure estese, risultano meno evidenti nel tempo. La linea di incisione sarà effettuata, per quanto possibile, in modo che risulti essere coperta, dallo slip abitualmente indossato dal paziente.

Il paziente è ricoverato per una notte di degenza e  lo si raccomanda di dormire per la prima settimana, con il busto leggermente rialzato nel letto.

La deambulazione, viene effettuata al più presto per una rapida convalescenza e per evitare problemi vascolari, senza assumere una postura completamente estesa, ma sempre piegati in avanti, nei primi giorni, al fine di evitare una eccessiva sensazione di tensione addominale.

Le cicatrici, seppure estese, risultano meno evidenti nel tempo. Comunque, sarà importante  disegnare, nel preoperatorio, una linea di incisione, che risulti essere coperta, dallo slip abitualmente indossato dal paziente, al fine di coprire completamente, l’esito cicatriziale successivo.

Prenota una visita

La prenotazione di una visita per un’Addominoplastica è facile e veloce tramite il form di contatto qui in basso.

Domande Frequenti

Se hai altri dubbi non esitare a contattarmi, intanto qui di seguito trovi la risposta alle domande più frequenti riguardo l’addominoplastica

Qual è il candidato ideale per una Addominoplastica?
Quando si parla di Miniaddominoplastica?
Dove è posta l’incisione dell’addominoplastica?
Cosa si intende per diastasi dei muscoli addominali risolta in corso di addominoplastica?
Con l’Addominoplastica si possono eliminare le smagliature?
Nell’addominoplastica bisogna sempre riposizionare l’ombelico?
In cosa consiste l’Addominoplastica?
L’addominoplastica è dolorosa?
Quali sono le indicazioni da seguire dopo una addominoplastica?
Dopo un parto posso sottopormi ad addominoplastica?
A che età ci si può sottoporre ad una Addominoplastica?
Dubbi e Domande
Realizzazione siti Web e design with ❤ by Creative Storming